Cicerone e il pensiero romano
Sito ufficiale della Società Internazionale
degli Amici di Cicerone
Ricerca semplice
 
HOME PAGE

HOME PAGE

CHI SIAMO

CONTATTI

ACTA TULLIANA

SOSTEGNO
COLLEGAMENTI

SUGGERIMENTI

ACCESSO RISERVATO

NOTIZIE

DISCLAIMER



Notizia precedente  

PRINT

CfP: Lettori e interpreti di Cicerone dall'antichità a oggi. Per Emanuele Narducci e Alberto Grilli
 

Il Centro di Studi sulla Fortuna dell’Antico “Emanuele Narducci” di Sestri Levante, in collaborazione con la SIAC (Société Internationale des Amis de Cicéron) e la Delegazione di Chiavari “Lucilla Donà Barbieri” dell’Associazione Italiana di Cultura Classica, promuove due giornate di studio sulla ricezione di Cicerone in età antica e moderna dal titolo "Lettori e interpreti di Cicerone dall'antichità a oggi. Per Emanuele Narducci e Alberto Grilli".

Le Giornate, dedicate a Emanuele Narducci e Alberto Grilli nel decennale della loro scomparsa, si svolgeranno i prossimi 17 e 18 marzo 2017: la Giornata di venerdì 17 marzo sarà dedicata alla fortuna di Cicerone in età moderna e si svolgerà a Sestri Levante, quale 14° Giornata del Centro di Studi sulla Fortuna dell’Antico; la Giornata di sabato 18 marzo si terrà, invece, a Chiavari e sarà incentrerà sulla ricezione di Cicerone in età antica e tardoantica.

Per la Giornata del 18 marzo sono già stati invitati la prof. Rita Pierini (Università di Firenze) “Cicerone in Seneca”; il prof. Paolo Esposito (Università di Salerno) “Cicerone a Farsalo”; il prof. Fabio Gasti (Università di Pavia) “Cicerone nella tradizione dei breviari”.

I soggetti organizzatori promuovono un “Call for Papers” rivolto a studiosi interessati alla ricezione di Cicerone in età antica e tardoantica.

Sono, infatti, previste altre tre relazioni che saranno affidate a chi vorrà proporre un contributo (in lingua italiana) originale e finora non pubblicato su questo argomento (ricezione di Cicerone in età antica e tardoantica).

Possono accedere gli studiosi dotati almeno del titolo di “dottore di ricerca” e di età non superiore a 40 anni.

Le proposte, che dovranno pervenire entro e non oltre il prossimo venerdì 30 settembre 2016, saranno vagliate da una commissione scientifica composta dai proff. Giancarlo Mazzoli (emerito Università di Pavia – vice Coordinatore del Centro di Studi sulla Fortuna dell’Antico “Emanuele Narducci” di Sestri Levante), Ermanno Malaspina (Università di Torino - Presidente del consiglio scientifico SIAC) e Sergio Audano (Coordinatore del Centro di Studi sulla Fortuna dell’Antico “Emanuele Narducci” di Sestri Levante e Presidente della Delegazione di Chiavari “Lucilla Donà Barbieri” dell’Associazione Italiana di Cultura Classica)

Chiunque fosse interessato dovrà inviare per e-mail un abstract lungo non più di una facciata, accompagnato da curriculum vitae, entro la scadenza del 30 settembre 2016, contemporaneamente ai proff. Giancarlo Mazzoli (giancarlo.mazzoli@unipv.it), Ermanno Malaspina (committee@tulliana.eu) e Sergio Audano (sergioaudano@libero.it).

La commissione provvederà a individuare i tre relatori entro e non oltre il 31 ottobre 2016.

I relatori individuati provvederanno a elaborare una relazione in lingua italiana dalla durata presumibile di 30 minuti. La sessione si terrà, come sopra indicato, nel pomeriggio di sabato 18 marzo 2017 e sarà presieduta dal prof. Andrea Balbo (Università di Torino – vice Presidente SIAC).

Sarà prevista la pubblicazione dei testi definitivi sulla rivista “Ciceroniana on line” (http://www.ojs.unito.it/index.php/COL/index): uguale possibilità sarà offerta anche alle proposte ritenute interessanti dalla commissione, ma non selezionate.

I vincitori avranno garantite le spese di soggiorno e di pernottamento (ma non il viaggio che sarà a carico proprio).


Leggi il documento