Pro muliere Arretina

Titolo: Pro muliere Arretina
Tipo opera: Cicerone - III - Opere note solo da testimonianze
Descrizione: Durante la dittatura di Silla, nell’80 o nel 79, Cicerone tenne una delle sue prime orazioni in difesa di una donna di Arezzo, i cui cittadini Silla aveva privato del diritto di voto. Si tratta di uno dei due soli casi noti di discorsi tenuti in difesa di una cliente di sesso femminile. L’azione legale in questione era detta ’legis actio sacramento in rem’ ed era già poco in uso ai giorni di Cicerone; riguardava una scommessa fatta dal querelante, C. Aurelio Cotta (RE n° 96; MRR 2, 536), e dal difensore di fronte ai decemviri. La posta era la condizione di servitù o di libertà della donna difesa da Cicerone, il cui nome è sconosciuto. Il processo fu vinto da Cicerone. Bibliografia: J. W. Crawford, M. Tullius Cicero: The lost and unpublished orations, Göttingen 1984, n°1. [CorSen]
Parole chiave: Droit - Diritto - Law