Universalità spirituale di Cicerone

Author: Funaioli, G.
Title: Universalità spirituale di Cicerone
Editor: Centro di Studi Ciceroniani
Year edition: 1959
Keywords: Biographie - Biografia - Biography, Chronologie des oeuvres - Cronologia degli scritti - Works chronology, Éloquence - Eloquenza - Eloquence, Philosophie - Filosofia - Philosophy, Politique - Politica - Politics
Description: L'articolo passa in rassegna la formazione giovanile di Cicerone e le sue opere maggiori (in ordine cronologico) per trattare del suo universalismo spirituale. Gli anni di studio svolti non solo a Roma, ma anche in Grecia, lo indussero infatti a seguire la tendenza romana all'apertura culturale, evidente anche nel Circolo degli Scipioni; egli fu per esempio profondamente influenzato dal pensiero filosofico di Filone, Diodoto e Antioco.Cicerone viene qui presentato come primo esempio nel mondo antico di unione sostanziale tra attività politica ed artistica, connubio che risalta particolarmente nelle opere retoriche e soprattutto nel "De oratore" (considerato il trattato chiave per comprendere del tutto il Cicerone oratore).L'universalismo ciceroniano appare dunque come la sintesi tra spiritualità ellenica e romana ed è fortemente radicato nella concezione dell'"humanitas".The article reviews Cicero's early education and his major works (in chronological order) to explore his spiritual universalism. In fact, the studies that he carried out not only in Rome, but also in Greece, led him to follow the Roman tendency towards cultural openness, also evident in the Circle of the Scipios; he was, for example, deeply influenced by Philo's, Diodotus's and Antiochus's philosophical doctrines.Cicero is presented here as the first example in the ancient world of a substantial union between political and artistic activity, a union that stands out particularly in his rhetorical works and especially in "De oratore" (considered the key treatise for understanding Cicero the orator).Ciceronian universalism thus appears as the synthesis of Hellenic and Roman spirituality and is strongly rooted in the conception of "humanitas". [Sara Busceti, Stefano Pellegrin A.S.L. 2022 Liceo Cavour Torino]
Works: